L'acqua termale diventa birra

pubblicato il 30/07/2009

biondaNon ? la solita birra industriale: ? Birra Termale, prodotta con l'acqua termale delle Terme Felsinee. Vieni a scoprire la novit? assoluta dell'estate 2009!

Nei centri del Mare Termale Bolognese tutte le proposte sono orientate alla salute intesa non come semplice assenza di malattia, ma (secondo la definizione dell'OMS) come "lo stato di completo benessere fisico, psichico e sociale". Anche l'alimentazione si integra in questa idea di salute e benessere globale della persona: l'ultima iniziativa del Mare Termale Bolognese ? dunque la Birra Termale, prodotta artigianalmente in versione "Bionda" e "Mora".

L'acqua utilizzata proviene dalla fonte "Alexander" delle Terme Felsinee: possiede preziose propriet? bicarbonato-solfato-calciche ed ? autorizzata dal Ministero della Salute per l'idropinoterapia ? cio? l'assunzione come bevanda ? grazie alle sue qualit? diuretiche e depurative e la ricchezza di minerali.

Non pastorizzata e non filtrata, la Birra Termale mantiene intatti tutti gli enzimi e gli oligoelementi, per un'ottima bevanda dall'effetto anti-age. Rappresenta infatti un valido apporto di enzimi, vitamine del gruppo B che stimolano il metabolismo cellulare, minerali, oligoelementi (calcio, fosforo, zinco, selenio). Se un vecchio detto popolare recitava "chi beve birra campa cent'anni", al Villaggio lo slogan ? "chi beve birra termale campa cent'anni in forma".

Gli unici ingredienti sono dunque l'acqua termale, il malto, il luppolo e il lievito, che vengono portati a un birrificio artigianale in cui viene effettuata la fermentazione (la cosiddetta "cotta", di circa un mese). La birra viene poi imbottigliata o messa nelle spillatrici, e servita al Villaggio della Salute Pi? per impreziosire la gi? ricca proposta salutare del centro.

moraLa Bionda (alc. ca. 4,6% vol.) ? una lager dal colore giallo paglierino chiaro, con un ottimo bilanciamento fra le note dolci del malto (crosta di pane, cracker, miele) e quelle amare del luppolo. La Mora invece (alc. ca. 5,8% vol.) ? una stout dal tipico colore scuro, con un notevole impatto aromatico e una gamma di note tostate forti (cioccolata, caff?, leggera liquerizia) ma mai acri o secche: una birra da meditazione, ottima anche in cucina.

La Birra Termale va anche ad arricchire i men? dei tre ristoranti del Villaggio: quello tradizionale con i prodotti tipici della vallata del Sillaro, il nuovo men? alla birra termale in cui la bevanda impreziosisce tutte le portate dall'antipasto al dolce, e infine la stuzzicheria del Pianeta Birra Termale, per tutti i gusti e tutte le tasche.

La Birra Termale ? in vendita anche all'Emporio del Benessere Pi? (Via Irnerio 10/L Bologna), disponibile anche per gli acquisti online.

La Birra Termale va conservata in luogo fresco (se resta pi? di 15 giorni fuori da un luogo fresco ? ancora buona da bere, ma potrebbe perdere un po' in gusto e propriet?): per quanto riguarda la temperatura di degustazione, gli esperti consigliano 4-6 gradi per la Bionda e 8-10 per la Mora, in modo da esaltarne le propriet?.

La birra termale e il lievito di birra tratto dalla sua fermentazione vengono impiegati infine anche per la nuova linea cosmetica del Mare Termale Bolognese: creme viso e corpo, abbronzanti, shampoo e maschere, che riscoprono la birra come trattamento di bellezza per nutrire e purificare la pelle, come gi? facevano ? per chiudere il cerchio ? le matrone dell'antica Roma fra un bagno termale e l'altro.


Precedente | Successivo



Newsletter

Ricevi novità, eventi e promozioni

Per cancellarti clicca qui